Cosucce Psicotrope

YOU CAN'T THINK OF DYING WHEN THE BOTTLE'S YOUR BEST FRIEND

sabato, dicembre 30, 2006

Un Natale Così Così

Confessiamolo. I regali ci piace riceverli. Ma ci piace anche farceli.
Avendo passato vigilia, Natale e santo Stefano sotto le coperte con l'influenza, ieri mi sono deciso e sono partito famelico verso da city a caccia di ghiotte occasioni per fottermi la tredicesima.
Questi i risultati.


TOOL "10000 DAYS"
Finalmente ho messo le mani sull'ultimo tanto atteso album dei Tool. La prima cosa che salta agli occhi è l'artwork più tamarro della storia. Hanno superato perfino i Twisted Sister. Però qui finiscono le note positive. Secondo me questo è un disco mediocre. Perlomeno per i loro standard. Per carità, suonato divinamente, suoni perfetti, costruzioni musicali geniali. Manca un particolare. Le canzoni!! Se le sono perse per strada...non c'è un ritornello memorabile, una strofa che si lasci ricordare...insomma manca la "The Patient" di turno, per chi sa di cosa sto parlando. Il buon Maynard, poi...semplicemente si rifiuta di cantare!
Di solito un disco dei Tool te lo continui ad ascoltare ininterrottamente per cinque anni. Questo, dopo il terzo ascolto mi ha già rotto i coglioni.
Euro 24.


TOM WAITS "ORPHANS"
Vabbeh che è Tom Waits. Vabbeh che Tom waits può fare quello che vuole. Ma anche Tom Waits può pisciare fuori dal boccale, a volte. Si, perchè un triplo di outtakes e cosucce varie può sfibrare chiunque.
Al momento sono arrivato a tre quarti del primo ciddì, dovrei riuscire ad ascoltare l'opera completa prima di Pasqua. E poi per quel prezzo il signor Waits (che è Dio) poteva anche metterci un libretto degno di sto nome!
Euro 32.


PHILIPS "QC5010"
Un tagliabarba non l'ho mai posseduto. Semplicemente, o mi sbarbo completamente o la lascio fluire alla nazarena. Poi un bel giorno ho cominciato ad andare dal barbiere a farmela rifilare. Avete mai provato? E' un'estasi. A parte il conto finale.
L'ultimo arrivato in casa Philips è un prodigio: comodissimo da usare, la lama si può regolare alla lunghezza desiderata, permettendo qualsiasi prodigio pilifero ad ornare la tua faccia da culo.
Facile da pulire.
Euro 25.


Un Natale così così.

Mi auguro (e vi auguro) che il 2007 sia migliore. E di fare come i Saxon. Loro hanno costruito la loro città sul Rock'nRoll.


5 Commenti:

  • Alle 5:31 PM , Blogger Enver ha detto...

    no, sta tento
    el megio de waits xe el 3
    ma anca el 2
    ergo movite
    e no parlar mae de tomueis!

     
  • Alle 6:13 PM , Blogger federico ha detto...

    Ottimi regali, non c'è che dire.
    Il nuovo Tool è bello perchè è dei Tool, ma lascia insoddisfatti. Il picco rimane Aenima, come ti dissi in passato.
    Niente libretto nel disco di Waits? l'edizione limitata aveva un libro di 32 pagine, da Melbook a Ferrara si poteva avere solo su ordinazione. Stesso prezzo. Per la cronaca, non l'ho preso.
    Il rasabarba è ottimo anche per rasare i peli pubici. Conosco gente che in stato di ubriachezza molesta l'ha provato in tal maniera e si è dichiarata soddisfatta. Solo sul momento però, perchè poi la ricrescita è stata parecchio fastidiosa.
    Buon Nano nuovo.

     
  • Alle 10:12 AM , Blogger Bluto ha detto...

    Buon anno a te carissimo. E dacci dentro con le sostanze illecite.

     
  • Alle 2:29 PM , Anonymous Giaime ha detto...

    Felice che ti senta meglio!!! Buon natale e un felicissimo 2007!!!

     
  • Alle 2:46 PM , Anonymous Giaime ha detto...

    Se mi si permette comunque, umilmente, un consiglio discografico-natalizio per il buon Cosucciepsicotrope, consiglierei l'ultimo ellepì della P.F.M., tornata alla ribalta con "Stati di Immaginazione".

    Dire che "merita" è dire molto, molto poco secondo la mia sopraccitata modestissima opinione.

    Servilmente vostro,
    vi porgo umilissimi auguri di buone feste e un rispettabile anno nuovo.

     

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page